Scoprire l’Italia attraverso i suoi musei d’arte19 ottobre 2018

Scoprire l’Italia attraverso i suoi musei d’arte

I più interessanti musei d’arte in Italia da visitare almeno una volta nella vita

L’Italia è famosa in tutto il mondo per il suo eccezionale patrimonio artistico con musei contenenti opere di eccezionale bellezza. Sculture, affreschi e quadri realizzati dai più grandi artisti della storia, da Leonardo a Michelangelo. Visitati ogni anno da milioni di turisti, questi musei sono inoltre ospitati in famosi palazzi storici di grandissimo pregio.

Secondo i dati del Mibact, Ministero per i beni e le attività culturali italiane, nel 2017 i 5 luoghi della cultura statali più visitati d’Italia sono stati il Colosseo (oltre 7 milioni di visitatori), Pompei (3,4 milioni di visitatori), gli Uffizi (2,2 milioni di visitatori), la Galleria dell’Accademia di Firenze (1,6 milioni di visitatori) e Castel Sant’Angelo (1,1 milioni di visitatori). Nella Top 30 i tassi di crescita più sostenuti sono stati registrati da Palazzo Pitti (+23%) e da quattro siti campani: la Reggia di Caserta (+23%), Ercolano (+17%), il Museo archeologico di Napoli (+16%) e Paestum (+15%). A seguire i Musei reali di Torino (+15%) e il Castello di Miramare di Trieste (+14%). Importante infine segnalare la significativa crescita in classifica della Pinacoteca di Brera (+7 posizioni), di Palazzo Pitti (+5 posizioni), dei Musei reali di Torino (+4 posizioni) e l’ingresso in classifica, per la prima volta, di Villa Adriana e del Museo di Capodimonte.

Scopriamo però quali sono per noi i cinque musei da visitare almeno una volta nella vita se si visita l’Italia per la prima volta.

Gallerie degli Uffizi – Firenze

Le attuali Gallerie degli Uffizi formano un complesso comprendente la Galleria delle Statue e delle Pitture (ex Palazzo degli Uffizi), il Corridoio Vasariano e le collezioni di Palazzo Pitti. Questo complesso costituisce per quantità e qualità delle opere raccolte uno dei più importanti musei del mondo. Mentre a Palazzo Pitti si concentrano le opere pittoriche del Cinquecento e del Barocco (spaziando da Giorgione a Tiziano, da Ribera a Van Dyck) ma anche dell’Ottocento e Novecento italiano, il Corridoio Vasariano ospita attualmente parte della Collezione di Autoritratti (oltre 1.700) fra cui si trovano quelli di Holbein, Rembrandt, Velázquez, Reynolds, David, Corot, Ingres, Delacroix, Sargent, Chagall e Ensor. La Galleria delle Statue raccoglie opere d’arte inestimabili, derivanti, come nucleo fondamentale, dalle collezioni dei Medici.

Scoprire l’Italia attraverso i suoi musei d’arte

Musei Vaticani – Roma

Fondati da papa Giulio II nel Sedicesimo secolo, occupano gran parte del vasto cortile del Belvedere e sono una delle raccolte d’arte più grandi del mondo, dal momento che espongono l’enorme collezione di opere d’arte accumulata nei secoli dai Papi: la Cappella Sistina e gli appartamenti papali affrescatida Michelangelo e Raffaello sono parte delle opere che i visitatori possono ammirare nel loro percorso. Ogni anno, più di 18 milioni di persone ammirano i capolavori esposti nei 7 km di sale e corridoi dei Musei: tra quelle più importanti ricordiamo inoltre la galleria delle Carte Geografiche e la Deposizione di Caravaggio, opere moderne di Salvador Dalì, Paul Gauguin e Giorgio De Chirico.

Scoprire l’Italia attraverso i suoi musei d’arte

Museo Egizio – Torino

Il Museo Egizio di Torino è il più antico museo (1824), a livello mondiale, interamente dedicato alla civiltà nilotica ed è considerato, per valore e quantità dei reperti – bene cinque piani di sale espositive –  il più importante del mondo dopo quello del Cairo. Il Museo ha oggi sede nel Palazzo dell’Accademia delle Scienze, l’imponente edificio seicentesco la cui costruzione iniziò nel 1679 ad opera dell’architetto Michelangelo Garove sul progetto originario di Guarino Guarini. Oggi nel Museo sono esposti circa 6.500 reperti archeologici, ma oltre 26.000 sono depositati nei magazzini. I reperti coprono un periodo che va dal paleolitico fino all’epoca copta, vale a dire l’epoca dei cristiani egiziani nativi.

Scoprire l’Italia attraverso i suoi musei d’arte

Galleria Borghese – Roma

Costituita nel 1902, la Galleria Borghese è uno dei musei più antichi in Italia. Si può considerare unica al mondo per quel che riguarda il numero e l’importanza delle sculture del Bernini e delle tele del Caravaggio. Non mancano inestimabili capolavori di Agnolo Bronzino, Antonio Canova, Raffaello, Perugino, Lorenzo Lotto, Antonello da Messina, Pieter Paul Rubens, Bellini e Tiziano. Ospitato nella splendida cornice di Villa Borghese, questo museo conserva anche sculture, bassorilievi e mosaici antichi.

Scoprire l’Italia attraverso i suoi musei d’arte

Museo di Capodimonte – Napoli

Il Museo nazionale di Capodimonte è un museo di Napoli, ubicato all’interno della reggia omonima, nella località di Capodimonte. È stato ufficialmente inaugurato nel 1957, anche se le sale della reggia hanno ospitato opere d’arte già a partire dal 1758. Conserva prevalentemente pitture, distribuite largamente nelle due collezioni principali, ossia quella Farnese, di cui fanno parte alcuni grandi nomi della pittura italiana e internazionale (tra cui Raffaello, Tiziano, Parmigianino, Bruegel il Vecchio, El Greco, Ludovico Carracci, Guido Reni), e quella della Galleria Napoletana, che raccoglie opere provenienti da chiese della città e dei suoi dintorni (Simone Martini, Colantonio, Caravaggio, Ribera, Luca Giordano, Francesco Solimena). Capodimonte accoglie anche le mostre di artisti contemporanei di fama internazionale come la personale di Andy Warhol nel 1985 articolata in una sequenza di dipinti raffiguranti il Vesuvio in eruzione di cui il museo conserva oggi un esemplare.

Scoprire l’Italia attraverso i suoi musei d’arte